logo class  
  23 JUNE 2017 | Skip Navigation LinksHOME > La Guida delle Guide dei 1000 Vini migliori d'Italia > L' arte della degustazione
  LA GUIDA DELLE GUIDE DEI 1000 VINI MIGLIORI D'ITALIA
logo classL'arte della degustazione
Facendo solo un lieve sforzo di concentrazione, un vino ben strutturato rivelerà complessità e intensità di sapori. In un vino bianco si potranno così identificare frutti dai colori pallidi, come agrumi, melone o pesca; in uno rosso, frutti più scuri, come ciliegia, prugna o fragola. Apprendere una fidata metodologia di assaggio è sicuramente il primo passo per comprendere e gustare appieno il vino.

logo classIl mito Champagne
Per molti, Champagne è sinonimo di vino spumante, ma in realtà è solo il vino prodotto nella regione della Champagne, Francia nord-orientale, può fregiarsi a buon diritto di tale nome. Questi vini spumanti possono essere prodotti con tre varietà di vitigni: chardonnay, pinot nero e pinot meunier. In genere sono il risultato dell'unione di diverse vendemmie. I vini che recano la data della vendemmia sono generalmente quelli prodotti nelle annate migliori. Lo Champagne può essere bianco o rosato, e sebbene per lungo tempo associato esclusivamente a un'immagine di lusso e feste, è tra i vini più versatili al mondo per accompagnare il cibo.

logo classQualche suggerimento
Descrivere un vino non è semplice, anzi forse è la cosa più difficile del mondo. I profumi caratteristici del vino, per esempio, hanno gamme estesissime, che vanno dagli agrumi al biscotto, dal fico al miele, dalla mela alla mollica di pane, dalla nocciola alla noce, dal pane tostato alla pera... Figuriamoci poi aggiungendo altri elementi! È chiaro così che una buona descrizione, quindi, riempirebbe libri e libri. Noi vi suggeriamo una soluzione alla portata di tutti, che si evolve con l'esperienza e la conoscenza di ognuno. Il segreto è molto semplice: la descrizione di un vino si può limitare anche solo cinque parole chiave: una per il colore, due per il profumo/sapore, una per il corpo e una per il retrogusto. Facciamo un paio d'esempi. Quando degustate uno Chardonnay della California, potreste scrivere: giallo oro, con sentori di mela e frutta tropicale, un bianco di corpo pieno con un retrogusto fresco e brioso. Per un Cabernet Sauvignon sempre californiano, invece, la descrizione potrebbe essere: rosso intenso, con sentori di ciliegia e cedro, di corpo molto pieno, con un retrogusto persistente.

logo classIl Colore
Riempite il bicchiere a circa 1/3 e tenetelo per lo stelo dinanzi a uno sfondo bianco. Inclinatelo a 45 gradi e osservate la profondità del colore e il modo in cui assorbe la luce. Il vino ha sfumature che vanno dal giallo paglierino al dorato, e poi ambra, mattone, rubino, violaceo.


logo classLiberare l'aroma
Far roteare il vino serve a liberare gli aromi bagnando le pareti interne del bicchiere. In questo modo, infatti, si espone all'aria una superficie maggiore, aumentando così l'evaporazione che diffonde i sentori. Dopo aver fatto roteare il bicchiere più volte, mettete il naso poco al di là del bordo, dove gli aromi sono più concentrati, e annusate un paio di volte. I profumi sono la parte più importante di un vino, ed effettivamente l'olfatto è uno dei sensi fondamentali nella degustazione, come potrà testimoniare facilmente chiunque abbia avuto un raffreddore, come ciascuno di voi dopo aver imparato l'abc della degustazione.

logo classSaggiare con un sorso
Prendete un solo sorso di vino e tenetelo in bocca. Non dovete assolutamente ingoiarlo. Fate scorrere il vino da un lato all'altro della bocca per sentirne il peso, o corpo. Il vino sembra denso, pesante o morbido? Questa sarà la prima definizione del corpo di un vino. Concentratevi poi mentre la lingua coglie nuovi sapori e voi ne recepite il gusto. Dopo circa 30 secondi potete sputare o ingoiare il vino. (Gli esperti in genere preferiscono la prima soluzione quando devono assaggiare molti vini; vedi p. 10). In entrambi i casi, mantenete la concentrazione


logo classBevete prendendo appunti
Mentre iniziate a degustare e a prendere appunti, ricordate sempre di prendere queste osservazioni sul serio. Perché queste sono le vostre percezioni personali, quindi non esistono risposte giuste o sbagliate. Quello che conta è il vostro gusto, sempre e comunque.

 
  Ricerca / Search   
  Vino
  Azienda
  Denominazione
  Localita'
  Anno
  Provincia
  Colore
  Regione
 
 
   
 Ricerca sulla mappa
    CLASSIFICHE





    Cerca per provincia             
L'ARTE DELLA
DEGUSTAZIONE

Facendo un lieve sforzo di concentrazione, un vino ben strutturato rivelera' complessita'  e intensita'  di sapori.
IL LINGUAGGIO
DEL VINO

Come molti altri mondi, anche quello del vino posside un linguaggio proprio. Scoprilo.

STAPPARE
CHAMPAGNE

Gli esperti, e anche i non esperti, sanno che ci sono vini non semplici da aprire. I vini richiedono cure particolari spesso sottovalutate.
DECANTARE
IL VINO

I normali sedimenti provenienti dall' invecchiamento del vino rimangono in sospensione. Prima di aprire una bottiglia si deve dunque fare attenzione.


 
2013 © Class Editori Spa. - PARTITA IVA: 08114020152 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer